Salgo le scale che mi portano in soffitta, accendo la luce e prendo quello scatolone impolverato … “libri” indica la scritta un po’ sbiadita sopra… lo prendo e in un attimo i ricordi fanno capolino. I libri di cucina che mi aveva regalato mia nonna quando ero bambina, tutti con una dedica speciale, scritta da quelle mani segnate dal tempo che non dimenticherò mai. Forse da lì ha avuto inizio questa passione. Forse da lì è iniziato tutto.
Ed è per questo che la cucina è come un piccolo mondo pieno di ricordi.
Cucinare per me non è solo unire alcuni ingredienti e mescolarli tra loro…Cucinare è un momento mio, un momento per rilassarmi, per esprimermi, un momento per amare me stessa e le persone a me care. Ogni piatto racconta qualcosa della mia vita, una persona, un ricordo, un giorno speciale.
Ma la cosa che più mi soddisfa di tutto questo è cucinare per gli altri, per mio marito e mio figlio, per la mia famiglia e i miei amici; perché stare a tavola insieme è la cosa che noi italiani amiamo di più. È casa e famiglia. È amore.

Chi sono

Elisa Dorotea, 32 anni, mamma e moglie friulana.
Una laurea in Economia Aziendale, un background nel settore della moda, della comunicazione e del marketing.
Comunicativa e solare, positiva, inguaribile romantica.

Costante e incostante, segno dei gemelli, meteoropatica. Sport estremi? Si, Faccio la spesa con mio figlio di 2 anni. Camminatrice seriale. Mare o Montagna?L’importante è viaggiare. Creativa e fantasiosa. Un gatto, Nina. Una torta e dei biscotti sempre pronti nella mia credenza.